la bandiera dei pirati Jolly roger di Artemisia Design

“Jolly Roger” la bandiera dei pirati

/
Dicembre 28, 2020

Perchè la bandiera dei pirati porta questo strano nome, ?

La scorsa volta vi ho parlato del perchè marinai e pirati portassero l’orecchino, oggi voglio rimanere sul tema piratesco che, senza dubbio, da sempre affascina l’immaginario collettivo, basta pensare alla grande quantità di film sul tema, per esempio alla saga molto famosa, recente e fortunata del capitano Jack Sparrow e della Perla Nera.Queste curiosità le trovo intriganti, sfogliando il libro , ormai inseparabile e pieno di spunti interessanti (sul mondo della vela e del mare a 360°) che mi è stato regalato, ho pensato di scrivere qualcosa intorno alla famigerata “Jolly Roger” la bandiera dei pirati!

Famigerata perché incuteva una grande paura, sembra che i pirati nascondessero la loro identità fino all’ultimo, mostrando bandiere false o non issandone alcuna, fino a che l’obiettivo da predare non  fosse stato abbastanza vicino, allora alzavano la Jolly Roger, la bandiera dei pirati, ottenendo l’effetto di terrorizzare l’equipaggio e spingerlo alla resa, il vessillo nero infatti, era un invito ad arrendersi immediatamente.

Come tutti sappiamo, la bandiera dei pirati mostra un teschio con due ossa incrociate su fondo nero, si ritiene che la sua origine risalga ad un periodo compreso tra il 1650 e il 1725 circa, corrispondente all’età d’oro della pirateria poiché fu proprio in quel periodo che venne descritta per la prima volta nei documenti dell’epoca.

L’espressione jolly Roger invece ha un origine non chiara, potrebbe derivare dal francese “jolie rouge” o dal nome di un pirata asiatico “Ali Raja”, che in inglese sarebbero stati trasformati in Jolly Roger, oppure dal termine inglese “old roger” usato per indicare il diavolo. L’espressione era comunque già in uso per indicare le bandiere dei pirati in genere, anche se il classico teschio con ossa “Skull and Bones” aveva diverse varianti soprattutto tra i pirati più noti e famosi, essi avevano le proprie bandiere con caratteristiche specifiche per distinguersi dagli altri.

Lo sfondo non era sempre di colore nero, in questo caso indicava la morte, poteva essere anche rosso per indicare il sangue, i disegni a seconda del caso erano in bianco, in nero oppure in rosso. Le varianti del disegno comprendevano scheletri, cuori insanguinati, sciabole e clessidre, le quali alludevano al poco tempo rimasto da vivere alle vittime.

Calico Jack usava spade al posto delle ossa, mentre Barbanera aveva uno scheletro con in mano una clessidra, una spada e un cuore sanguinante.

Oggi la bandiera dei pirati “Jolly Roger” non ci fa più paura ovviamente, la troviamo anche nei negozi di giocattoli , per travestimenti pirateschi e per feste di carnevale, però ha mantenuto nel tempo il suo valore simbolico di coraggio spavalderia e sprezzo della morte, o anche crudeltà, a seconda dei contesti in cui è stata usata in epoche più recenti come, per esempio, presso alcuni reparti militari durante la seconda guerra mondiale,  oppure come simbolo di bande di motociclisti o di surfisti sostituendo le due ossa con due tavole da surf.

Io l’ho utilizzata la scorsa estate per una delle mie vetrine in Atelier, insieme ad un bel baule “del tesoro” pieno delle mie borse grandi e piccole, e devo dire che l’effetto non era niente male.

Per chi fosse interessato ad altre curiosità vi rimando al seguente libro:

“storia della vela in 100 oggetti” di Barry Pickthall – ed. Nutrimenti Mare.

Altre notizie reperibili su Wikipedia.

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.Cookie Policy

Chiudi